IL CASO Atterra a Schipol e finisce in prigione: aveva quasi 160 000 euro di debito con lo stato

Tornare dalle vacanze e passare dal controllo dei passaporti a Schiphol alla cella; è successo ad un uomo olandese di 41 anni, fermato dai Marechaussee presso lo scalo della Capitale. Ad un controllo del documento, infatti, e’ risultato ai doganieri che l’uomo si fosse lasciato dietro un debito con il Belastingdienst di ben 157 572 euro e 50 cents.

In sua assenza, infatti, il giudice aveva disposto la confisca dei beni perché sospettava che il patrimonio dell’uomo fosse di provenienza illecita. Gli appena 400e a disposizione non sono stati sufficienti ad evitargli il carcere. E non basta: i 540 giorni di reclusione imposti dal tribunale non serviranno ad estinguere il debito: come racconta AT5, quando l’uomo uscirà la multa di 157 572 euro e 50 cents, sarà ancora lì in attesa di essere saldata.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli