Un’associazione di consumatori di cannabis ad Amsterdam è stata la prima ad aver depositato una richiesta presso il ministero della giustizia, per l’esenzione dall’Opium Act che vieta la produzione di cannabis. Secondo il legale dell’associazione Kaj Hollemans (KH Legal Advice) al quotidiano di Rotterdam NRC, la legislazione vigente consentirebbe questa esenzione.

L’associazione Tree of Life, rifiuta la cannabis venduta dai coffeeshop perchè non sarebbe possibile determinarne la provenienza e la qualità della coltivazione. Secondo la presidente dell’associazione no profit, l’italiana Rosaria Ricci, la ricerca che Tree of Life vuole condurre sono volte a tutelare la salute dei consumatori.

La proposta presentata al ministero è dettagliata e contiene un vero e proprio “growing plan” con contributi scientifici, particolari dell’investimento economico e addirittura il numero di piante che potrebbero essere coltivate, scrive ancora NRC.

La richiesta al ministero arriva in un momento delicato per la normativa sulla cannabis: la Tweede Kamer aveva approvato a legislatura quasi conclusa un testo presentato dal D66 che estende l’esperimento di tolleranza atttualmente in vigore per il consumo anche alla coltivazione ma la maggioranza che sta discutendo la formazione del nuovo esecutivo è in larga parte contraria alla legalizzazione. Secondo quanto riportato dal quotidiano, Tree of Life ha preferito non attendere i tempi della politica.