Un accordo storico quello firmato tra club di calcio professionistici olandesi, le organizzazioni di allenatori e il sindacato dei giocatori VVCS. La riduzione dei salari, che equivale approssimativamente  il totale di circa 35 milioni di dollari l’anno, rappresenta le prime pesanti ripercussione della pandemia sul calcio .

I tagli si opereranno su una scala mobile, a partire dal 2,5% per gli stipendi fino a € 25.000 all’anno e salendo al 20% per i redditi più alti. Giocatori e allenatori hanno anche concordato di farsi retribuire i giorni di ferie rimanenti e di posticipare quelli di quest’anno a giugno.

Discussioni su ridurre o meno gli stipendi dei giocatori dei campionati professionistici sono in corso ormai dall’inizio di marzo. La sospensione e la cancellazione dei tornei costerà ai club circa 300 miliardi totali. L’accordo di un intero movimento calcistico è finora un unicum. In serie A fino ad ora solo la Juventus ha trovato un’intesa che prevede una riduzione dei compensi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020.

“Il pacchetto di misure che abbiamo preso farà in modo che le spalle più forti porteranno il peso più pesante “, ha detto il presidente di VVCS Evgeniy Levchenko. “Sono orgoglioso che i giocatori si siano dimostrati responsabili nel venire incontro alle società in questo momento davvero complicato.

“Questa è una misura dura e dolorosa per tutti coloro che lavorano nel calcio professionistico come magazzinieri, preparatori atletici e staff tecnico –  ha affermato Mario Captein, dell’associazione di allenatori CBV – Ma pensiamo che sia necessario e inevitabile”.

Gli stipendi dei giocatori di Eredivisie si aggirano intorno ai 290mila euro all’anno. Anche i salari dei club di primo livello sono modesti rispetto ai top club europei come Barcellona, Manchester United e Juventus.

La star dell’Ajax Hakim Ziyech secondo il Telegraph sarà un acquisto del Chelsea nella prossima sessione di mercato. Zyetch quest’anno prendeva 4 milioni di euro all’anno, un stipendio top per un giocatore di Eredivisie.