Credit Pic: Emilian Robert Vicol Source: Wikimedia License:Creative Commons Attribution 2.0 Generic

Le autorità in Belgio, inizieranno a esaminare tutti gli investimenti stranieri nel paese per monitorare rischi per la sicurezza, ha annunciato il ministro della giustizia Vincent Van Quickenborne (Open VLD). I rischi derivanti da soldi investiti da governi stranieri sono un problema costante per i servizi di intelligence belgi che denunciano il rischio per la sicurezza, dice Knack.

Il piano è di istituire un comitato di controllo degli investimenti all’interno del ministero federale dell’economia di Pierre-Yves Dermagne (PS), ha detto Van Quickenborne. “La sicurezza dello Stato sarà uno dei punti centrali del meccanismo di screening. Inutile dire che, ad esempio, le applicazioni di investimento cinesi nei nostri settori strategici, saranno attentamente esaminate per i collegamenti con il governo cinese o con i servizi di intelligence “, ha detto il ministro.

Già altri 13 governi europei controllano gli investimenti esteri, tra i quali i vicini Francia, Germania e Paesi Bassi. “Gli investitori stranieri che desiderano ottenere il controllo di una società e quindi acquisire più del 25% dei diritti di voto, devono registrarsi presso il comitato di controllo degli investimenti “.

I membri del comitato avranno accesso a una varietà di fonti di informazione per poter arrivare a una decisione, compresi i servizi segreti civili e militari. Ma lo screening riguarderà solo i rischi per la sicurezza, ha sottolineato Van Quickenborne. E non ci saranno valutazioni di tipo economico o di altra natura.