Nel corso di quest’anno, la Compagnia di gas olandese NAM ha programmato un drastico giro di tagli al personale riducendo l’organico da 2.200 a 1.800 dipendenti.

Stando alle affermazioni del. CEO della NAM Gerald Schotman, durante la conferenza Stampa a Loppersum, verranno offerte centinaia di altre occupazioni nell’ambito di società partner e di altre di distribuzione.

Lo scorso anno, la societa’ prevedeva la perdita di circa 190 posti di lavoro con effetti su 1800 posizioni in altre aziende.

Secondo quanto espresso dal portavoce della NAM nel corso di un’intervista a Nos, coloro che decidono di lasciare volontariamente la Compagnia ricevono il supporto della cassa di integrazione.

Ai dipendenti che hanno lavorato alla Nam per molto tempo, viene data la possibilità di utilizzare il pacchetto monetario come pre pensionamento. Gli incarichi alternativi sono contemplati nell’accordo con NAM, nata da un’iniziativa imprenditoriale congiunta tra la Shell e L’exxonMobil.

Ad ogni modo, i bassi prezzi del gas hanno portato ad una riduzione degli investimenti e automaticamente ad una riduzione dei posti di lavoro. La Nam è stata colpita soprattutto dalla decisione del governo di ridurre le estrazioni di gas a Groningen a causa del rischio terremoti.