Gli igienizzanti per le mani che negozi, scuole, asili nido e altri spazi pubblici offrono ai clienti, non sono tutti efficaci nel frenare la diffusione del coronavirus. Secondo RIVM, il prodotto deve contenere almeno il 70% di alcol per essere efficace contro il virus. Ma un test effettuato da NedLab ha mostrato che una percentuale significativa del prodotto che esce dagli erogatori, non igienizza nulla.

Secondo l’indagine, ripresa da RTL , dei 21 disinfettanti per le mani testati, cinque non contenevano abbastanza alcool per essere efficaci contro il coronavirus, ha scritto il giornale. Un vivaio nel Noord-Brabant è andato in economia: l’erogatore conteneva solo acqua mentre un asilo nido di Breda aveva un igienizzante con solo il 3% di alcol.

Sugli igienizzanti in pubblico, tuttavia, il parere non è unanime: secondo Mieke Waltmans, che sta studiando la prevenzione delle infezioni presso l‘Erasmus MC, i disinfettanti per le mani potrebbero ottenere risultati opposti a quelli sperati e anzi, essere una fonte di contaminazione.