The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

INTERNATIONAL

ICC, chi è Alfred “Rambo” Yekatom. Il primo estradato a l’Aja dalla Repubblica Centrafricana

Accusato di crimini di guerra e contro l'umanità, Yekatom è stato a capo delle milizie cristiane che hanno seminato terrore nella Repubblica Centrafricana tra il 2013 e 2014



Chi è Alfred Yekatom, il 43enne africano arrivato lo scorso sabato alla International Criminal Court (ICC) dell’Aja e accusato di crimini di guerra e contro l’umanità?

Yekatom, conosciuto anche come “colonnello Rambo”, è stato il capo delle milizie cristiane operanti nella Repubblica centrafricana (CAR) dopo che Seleka, un gruppo di ribelli musulmani, ha preso il controllo del paese nel 2013. Come riporta la BBC, da allora Yekatom e il suo esercito, in nome della maggioranza cristiana  hanno iniziato a mobilitarsi contro i sostenitori del fronte musulmano al potere, causando disordini e la morte di numerosi civili.

La situazione della Repubblica Centrafricana è turbolenta dal 1960, quando il paese ha conquistato l’indipendenza dalla Francia. L’apice del caos è stato raggiunto tra il 2013 e il 2014. Nel corso di quell’anno si sono verificati i maggiori scontri tra Seleka e le milizie cristiane, definite ‘anti-balaka’ in riferimento al tipo di machete posseduti dal gruppo musulmano. E sempre in quell’anno Yekatom avrebbe compiuto quegli atti che hanno portato l’ICC ad incriminarlo per crimini di guerra e contro l’umanità.

Omicidio, tortura, mutilazione, persecuzione, attacco intenzionale a edifici religiosi e arruolamento di bambini al di sotto di 15 anni sono solo alcune delle accuse rivolte al “colonnello Rambo”, considerato il principale responsabile degli atti perpetrati dalle milizie anti-balaka.

Tra i vari attacchi contro i musulmani, Yekatom era ricercato in particolare per quello avvenuto a Bangui il 5 dicembre 2013 che ha colpito il quartiere di Boeing, causando la morte di almeno 12 civili musulmani, riporta France 24.

Nonostante sia considerato una minaccia per la sicurezza del paese, nel 2016 Yekatom è stato eletto in parlamento. Ed è proprio da deputato che il cosiddetto Rambo africano è stato arrestato lo scorso ottobre dalle autorità della CAR, a seguito di un violento alterco con un collega.

Secondo il procuratore dell’ICC Fatou Bensouda, le circostanze dell’arresto di Yekatom provano quanto l’uomo possa essere pericoloso. La procuratrice de l’Aja ha inoltre dichiarato che continuerà la sua battaglia contro l’impunità nella Repubblica Centrafricana.

Venerdì 23 novembre all’Aja ha avuto luogo la prima udienza  per confermare l’identità dell’accusato e verificare che egli fosse stato informato dei crimini per cui è inquisito. Come riportato da rfi Afrique, la prossima udienza è stata fissata per il 30 aprile 2019.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!