I voucher KLM emessi per i voli annullati a causa del coronavirus varranno il 15%  in più rispetto al prezzo del biglietto originale, dice FD. La compagnia aerea di bandiera, spera così di convincere i clienti a non optare per il rimborso.

Giovedì, KLM ha annunciato che i viaggiatori i cui voli saranno cancellati, a partire da questa settimana potranno scegliere tra un voucher e un rimborso in contanti. Per i voli precedenti, la compagnia non rimborserà l’importo anche se la normativa comunitaria obbliga -in casi come questi- la società a proporre al cliente le due opzioni.

Tale policy si applicherà anche a coloro che hanno già ottenuto un voucher, sempre che non decidano di ottenere -tra 12 mesi- un rimborso. Dopo il monito della Commissione europea, KLM ha dovuto cambiare la sua politica “ribelle” sostenuta dal governo olandese.

La posizione di KLM di non rimborsare i biglietti, benchè sostenuta dal governo, è illegale e le associazioni di consumatori si stanno già muovendo per una class action.