I tour operator ignoreranno gli avvisi di viaggio del governo (anzi, gli avvisi di non viaggiare) continuando ad offrire vacanze all’estero: “Abbiamo rivolto un appello esplicito a tutti. Non andate in vacanza all’estero. Spero davvero che [i tour operatori] si assumano le loro responsabilità”, ha affermato la ministra Van Nieuwenhuizen.

TUI e Transavia hanno annunciato l’altro ieri che avrebbero continuato a volare alle Isole Canarie, nonostante il consiglio del governo di evitare viaggi all’estero fino a metà gennaio, se non necessario. TUI offre pacchetti comprensivi di volo e alloggio per Canarie. Transavia, una filiale di KLM, offre solo voli.

Secondo il ministro Blok è sbagliato partire, anche se legale. “Concentratevi ora solo sui viaggi veramente necessari. Le vacanze non sono viaggi necessari”. E fa appello alle aziende: evitate di offrire viaggi all’estero.

Il governo dice di essere in trattativa con l’industria turistica per scoraggiare le partenze il più possibile ma l’avviso giallo, sconsigliati viaggi non strettamente necessari, non ha valore legale. Dal canto loro, TUI e Transavia ripetono: viaggi nelle zone gialle sono consentiti, quindi ci atteniamo alle indicazioni del governo.

Le Isole Canarie sono sempre mete popolari nei mesi invernali. Ora sono le uniche destinazioni in giallo, accanto a Curaçao e Bonaire.