Il presidente del Comitato di sicurezza Hubert Bruls prevede che decine di migliaia di persone voteranno e lavoreranno ai seggi durante le elezioni e per questa ragione, ha chiesto al governo di sospendere il coprifuoco durante le serate del voto, perché controllare chi ha titolo e chi non lo ha è un’operazione difficile, dice ANP secondo il Volkskrant. 

La ministra dell’Interno Kajsa Ollongren ha detto che le elezioni sono state organizzate in modo tale da non costituire un intralcio per le misure e che le persone vulnerabili possono votare per posta. Inoltre, seguendo la tabella di marcia, il 15 marzo dovrebbe finire il coprifuoco.

I sindaci hanno chiesto lunedì un cauto allentamento delle regole Covid, in presenza dei Ministri Ferd Grapperhaus (Giustizia) e Hugo de Jonge (Sanità) per discutere un possibile allentamento dopo l’8 marzo e una tabella di marcia per ridurre le restrizioni a lungo termine, scrive il Volkskrant.

I sindaci vogliono d’ora in poi che la copertura vaccinale sia presa in considerazione anche nella determinazione della politica. “Abbiamo fatto buoni progressi con le vaccinazioni. Cosa significa questo per le misure?”, si chiedono i primi cittadini.

Per ora, avrebbe detto il ministro, la riapertura delle scuole è già un passo molto rischioso ma le terrazze dei bar è un rischio troppo grande. I sindaci, tuttavia, sono preoccupati per le azioni dimstrative dell’horeca.