I piani di estendere il numero di parchi eolici offshore nei Paesi Bassi, si stanno scontrando con i problemi della flotta peschereccia olandese del Mare del Nord, riporta Financieele Dagblad.

Le proposte presentate lo scorso Venerdì riguardo l’eolico offshore prevedono una capacità di 4.450 megawatt da incrementare fino a 2031, con una percorribilità di 10.000 megawatt entro il 2030. I parchi eolici coprirebbero diverse migliaia di chilometri quadrati nel Mare del Nord.

Ma le principali rotte di navigazione, le grandi riserve naturali, le aree minerarie di sabbia e altre aree off-limits per il settore della pesca sarebbero compromesse. E inoltre, con la Brexit, alcune zone di pesca della Gran Bretagna potrebbero essere chiuse alle navi da pesca dei Paesi Bassi, riporta il giornale.

Il ministero degli affari economici ha dichiarato che tutte le parti interessate del Mare del Nord verranno messe in discussione, nel caso in cui ci sarà l’accordo per nuovi parchi eolici off-shore. Questo processo deve ancora iniziare, ha detto il portavoce.