D66 ha guadagnato da sinistra e dal non voto, dice NOS, sulla base di un sondaggio dell’istituto Ipsos. I 5 seggi in più guadagnati, rispetto alle ultime elezioni, arriverebbero quindi da progressiti e persone che prima non votavano.

Un quarto degli elettori del D66 arrivano da GroenLinks, PvdA, SP e  Partito per gli animali. Il 16% da elettori del D66 erano “interni” che non si erano recati alle urne nelle elezioni precedenti. L’8% degli elettori del D66 proviene dal VVD.

L’elettorato D66 è giovane, meno di 34 anni e con alto livello di istruzione.66.

I voti del VVD arrivano, invece, dal CDA, dice ancora il sondaggio. FvD ha “rubato” consensi a Wilders: 1 su 4 arriva dal PVV.

1 elettore Groenlinks su 4 è andato a D66 mentre il partito dei pensionati, 50Plus, ha perso 3 seggi a vantaggio del VVD.

I partiti cristiani hanno, invece, un elettorato “fedele”: solo il CDA ha perso consensi, tutti a vantaggio del VVD.