Il governo ha una visione d’insieme favorevole dello sviluppo dell’emergenza Covid hanno detto a Nieuwsuur fonti dell’Aia e nonostante si aspettino un aumento di contagi e ricoveri, “non sono previsti altri drammi, soprattutto in IC”, afferma il giornalista politico Arjan Noorlander. Probabilmente possiamo aspettarci un ulteriore allentamento la prossima settimana”.

Non sarà ancora la fine delle misure ma probabilmente: “stadi di calcio più pieni, teatri più pieni e vita notturna che potrebbe ripartire. Ma il governo attende ancora un parere OMT, quindi nulla è ancora definitivo”.

Probabilmente è ancora troppo presto per l’abolizione del Green Pass ma è probabile che il numero massimo di clienti nei bar aumenti, così come il numero di ospiti a casa.

L’impressione che si possa “osare”, arriva dall’alto tasso di vaccinazione tra gli anziani e dal numero crescente di giovani che hanno avuto il Covid: “Questo rende ragionevole rilassarsi più rapidamente: molte persone anziane ora sono ancora protette, grazie al recente richiamo e la possibilità che molti giovani subiscano gravi conseguenze da un contagio è piccola”, afferma Noorlander.

Secondo i dati RIVM più recenti, oltre l’80% degli over65 è ora vaccianto. In futuro, questo il piano, il governo punta allo stop alle vaccinazioni e al sistema di test, sostituiti da test domestici, campionamento e ricerca delle acque reflue.

Secondo fonti dell’Aia, il gabinetto vuole istituire un sistema di potenziamento rapido nel caso in cui compaia una nuova variante del virus, con interventi in massimo una settimana da quando viene individuata una mutazione contagiosa.