Circa la metà dei pazienti affetti da Covid nei reparti di cura degli ospedali è stata vaccinata ma il numero di vaccinati è dieci volte quello dei non vaccinati, dice il pneumologo Leon van den Toorn,  presidente dell’Associazione dei medici per le malattie polmonari e la tubercolosi (Artsen voor Longziekten en Tuberculose).

Per van den Toorn non è assolutamente vero che le persone vaccinate abbiano le stesse possibilità di ricovero, come alcune persone sembrano concludere dai dati: lo specialista di patologie polmonari spiega a NOS Radio 1 Journal chi sono i pazienti Covid che si trovano in IC o nei reparti di cura.

I non vaccinati nel reparto infermieristico sono in media più giovani e di solito non hanno condizioni mediche pregresse: “Le persone vaccinate sono quasi sempre persone anziane”, dice a NOS.

Van den Toorn: “L’IC accoglie principalmente pazienti Covid non vaccinati, quindi il nostro appello rimane: fatevi vaccinare”. Secondo lui è necessario anche che le persone abbiano una chance in più contro il Covid-19 in futuro: l’effetto dei vaccini diminuisce leggermente nel tempo e le persone vaccinate con una salute precaria possono ora esporsi maggiormente a malattie.