Le catene di vendita al dettaglio di piante stanno lavorando per ridurre il loro consumo di energia, anche ora che fuori fa più freddo, secondo un’inchiesta di NOS. Gas ed elettricità sono cari e il governo ha invitato tutti a risparmiare ove possibile. In molti casi, ad esempio, il termostato è impostato su 19 gradi, come consiglia il governo, dice NOS.

Da Intratuin fanno un passo in più: il termostato nei negozi deve essere impostato su un massimo di 16-17 gradi. Una direttiva interna, della catena che gestisce negozi molto grandi, nelle serre con piante da esterno, la sede centrale consiglia di non utilizzare alcun riscaldamento.

Secondo la catena, la temperatura più bassa fa bene anche alle piante: la maggior parte proviene da serre in cui il coltivatore ha a sua volta abbassato la temperatura, quindi “ci sono abituate”.

“E le piante esotiche che necessitano di una temperatura più alta non vengono temporaneamente vendute durante i mesi invernali”, afferma Intratuin. “Se ce ne sono ancora poche in negozio, vanno in uno spazio chiuso più piccolo dove fa un po’ più caldo”.

Hema offre alle filiali tutti i tipi di consigli per il risparmio: termostati di serie a 19 gradi, riscaldamento avviato più tardi e spento prima, unità di refrigerazione non utilizzate spente, barriere d’aria isolanti attivate, porte del magazzino aperte per il minor tempo possibile.

Albert Heijn consiglia alle filiali di tenere aperte le porte del frigorifero e del congelatore il più breve tempo possibile e se i negozi sono chiusi, ma i dipendenti sono ancora presenti, le luci si abbassano.

Inoltre, la catena di supermercati stava già lavorando a tutti i tipi di iniziative di sostenibilità, che ora sono in fase di accelerazione. Ad esempio, tutte le filiali nei Paesi Bassi e in Belgio devono essere senza gas entro il prossimo anno. Anche Plus ha ricevuto consigli generali dalla sede centrale e a Kruidvat, il termostato è stato impostato per diverse settimane a un massimo di 19 gradi.   Action dice che deve mantenere bassi i costi. “Quindi, come standard, siamo sempre concentrati sul massimo risparmio possibile su luce e riscaldamento”, spiegano a NOS.