NL

NL

I guadagni della cocaina vanno fuori dall’Olanda

La stragrande maggioranza dei guadagni del traffico di cocaina in Olanda è diretta all’estero. Nel 2021, le attività illegali hanno generato un introito criminale di 17 miliardi di euro per l’Olanda, di cui 10,7 tramite il commercio di cocaina. Quasi il 90% di queste merci è diretto al di fuori dei Paesi Bassi, secondo le stime di CBS.

CBS ha esaminato la produzione e il commercio di cocaina, droghe sintetiche e tabacco illegale. E’ emerso che i mandanti coinvolti in queste attività operino soltanto all’estero nonostante siano residenti in Olanda. Sono state inoltre analizzate le attività riguardanti la cannabis e la prostituzione. Nel 2021, queste attività hanno aggiunto 4,5 miliardi di euro all’economia olandese, pari allo 0,5% del prodotto interno lordo.

Solo con la cocaina, il 10% dei guadagni ha contribuito all’economia olandese, pari a 1,2 miliardi di euro. Un terzo dei 3,2 miliardi di euro guadagnati con le droghe sintetiche è rimasto nei Paesi Bassi.

La produzione e il commercio di cannabis hanno generato 1,6 miliardi di euro nei Paesi Bassi nel 2021, e la maggior parte di questo denaro (1,4 miliardi di euro) è rimasto nel Paese. Tutto il denaro generato dalla prostituzione e dal tabacco illegale è rimasto nei Paesi Bassi. Insieme, queste due attività hanno contribuito all’economia olandese per 1 miliardo di euro nel medesimo anno.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli