di Agnese Soverini

 

Il Movies That Matter Film Festival è un evento cinematografico dedicato ai diritti umani. È un festival internazionale che si svolge una volta all’anno a Den Haag, principalmente presso le sale cinematrografiche del Filmhuis. Diritti umani, minoranze e differenze di genere, di sesso e di religione solo le parole chiave che caratterizzano la kermesse cinematografica. Attraverso lungometraggi di finzione e documentari, si trasmette una panoramica a tutto tondo della rilevanza che questi temi hanno nel mondo. Ma non solo. Il Festival è anche piattaforma di incontri, dibattiti e workshop per confrontarsi direttamente con autori, registi e attivisti che tutti i giorni si battono a difesa dei diritti umani.

L’edizione 2020 online

Il Movies That Matter 2020 era in programma dal 20 al 28 marzo. Putroppo, a causa del Corona virus, la manifestazione è stata inizialmente cancellata. Ma non in via definitiva.

Ieri, il Festival ha annunciato l’edizione online. Non sarà possibile incontrare gli ospiti e i registri protagnonisti della manifestazione, così come non si potrà parlare con gli attivisti originariamente chiamati a portare la propria testimonianza. Ciò nonstante, il Festival non si ferma.

È stata attivata una piattoforma online dove poter vedere i lungometraggi originariamente in programma. Come fare? Basta connettersi con Picl, il cinema online del Filmhuis di Den Haag.

I titoli in programma

Benchè non sarà possibile vedere tutti i film originariamente in programma, è comunque possibile fruire di un’ampia selezione di titoli, che non si esclude possa essere arricchita nei prossimi giorni.

La direttrice artistica del Festival, Margje de Koning, afferma che il MtM è molto contento di poter mettere a disposizione del pubblico film di tale importanza.

Fra i titoli ad oggi accessibili sulla piattaforma vi sono: Lamentations of Judas, di Boris Gerrets, che racconta la storia di angolani di colore che combattevano per il Sudafrica bianco. Ximei, di Andy Cohen / Gaylen Ross, ritratto intimo dell’attivista Liu Ximei contro L’AIDS e dei tanti che hanno contratto il virus attraverso trasfusioni di sangue. No Gold for Kalsaka, di Michel K Zongo e Florian Schewe, sulle false promesse del governo del Burkina Faso a un piccolo villaggio di Kalsaka.

Il programma del Festival online sarà attivo a partire dal 20 marzo 2020. Per maggiori informazioni e curiosità, si rimanda al sito web del Festival.