The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CINEMA

I diritti umani non si fermano. Il Movies that Matter Film Festival sfida il Corona virus

Il Movies That Matter Film Festival propone una versione online per l’edizione 2020

di Agnese Soverini

 

Il Movies That Matter Film Festival è un evento cinematografico dedicato ai diritti umani. È un festival internazionale che si svolge una volta all’anno a Den Haag, principalmente presso le sale cinematrografiche del Filmhuis. Diritti umani, minoranze e differenze di genere, di sesso e di religione solo le parole chiave che caratterizzano la kermesse cinematografica. Attraverso lungometraggi di finzione e documentari, si trasmette una panoramica a tutto tondo della rilevanza che questi temi hanno nel mondo. Ma non solo. Il Festival è anche piattaforma di incontri, dibattiti e workshop per confrontarsi direttamente con autori, registi e attivisti che tutti i giorni si battono a difesa dei diritti umani.

L’edizione 2020 online

Il Movies That Matter 2020 era in programma dal 20 al 28 marzo. Putroppo, a causa del Corona virus, la manifestazione è stata inizialmente cancellata. Ma non in via definitiva.

Ieri, il Festival ha annunciato l’edizione online. Non sarà possibile incontrare gli ospiti e i registri protagnonisti della manifestazione, così come non si potrà parlare con gli attivisti originariamente chiamati a portare la propria testimonianza. Ciò nonstante, il Festival non si ferma.

È stata attivata una piattoforma online dove poter vedere i lungometraggi originariamente in programma. Come fare? Basta connettersi con Picl, il cinema online del Filmhuis di Den Haag.

I titoli in programma

Benchè non sarà possibile vedere tutti i film originariamente in programma, è comunque possibile fruire di un’ampia selezione di titoli, che non si esclude possa essere arricchita nei prossimi giorni.

La direttrice artistica del Festival, Margje de Koning, afferma che il MtM è molto contento di poter mettere a disposizione del pubblico film di tale importanza.

Fra i titoli ad oggi accessibili sulla piattaforma vi sono: Lamentations of Judas, di Boris Gerrets, che racconta la storia di angolani di colore che combattevano per il Sudafrica bianco. Ximei, di Andy Cohen / Gaylen Ross, ritratto intimo dell’attivista Liu Ximei contro L’AIDS e dei tanti che hanno contratto il virus attraverso trasfusioni di sangue. No Gold for Kalsaka, di Michel K Zongo e Florian Schewe, sulle false promesse del governo del Burkina Faso a un piccolo villaggio di Kalsaka.

Il programma del Festival online sarà attivo a partire dal 20 marzo 2020. Per maggiori informazioni e curiosità, si rimanda al sito web del Festival.