Un invito esteso ai membri della Camera dei deputati da parte del gruppo hard rock Rammstein è diventato un caso: come riporta il quotidiano AD, il consiglio comunale di Rotterdam ha invitato cinque parlamentari appassionati di heavy metal al concerto, programmato a de Kuip per la prossima settimana.

Qualora accettino, dovrà essere riportato nel registro ufficiale, e tre parlamentari dicono di non poter legittimare un concerto come evento parlamentare.

“Non sono mai stata così tanto infastidita dal dover rifiutare un invito”, ha detto Lisa Westerveld, membro del partito Groenlinks. “Quella di Rammstein è il tipo di musica che preferisco, ma deve esserci una ragione ben precisa per accettare un omaggio del genere, e non me ne viene in mente nessuna”.

Esther Ouwehand del Partito per gli animali (PvdD) è solita comprarsi il proprio, quindi ha ugualmente rifiutato.

Il membro del Partito Socialista Peter Kwint ha provato a comprare un biglietto prima dell’arrivo dell’invito da Rotterdam: come ha detto a Kink, anche lui l’ha respinto, perché non c’è niente che giustifichi la sua presenza.

All’estremo politico opposto, il cristiano democratico René Peters ha accettato, così come il membro del VVD Martin Worsdorfer: inserirà il biglietto nel registro degli omaggi dei parlamentari e farà un po’ di pubbliche relazioni prima e dopo il concerto.