Author: James Gordon  Source: Wikimedia  License: CC

L’appello del sottosegretario di Stato Eric van der Burg (Asilo) ai comuni per organizzare 1.700 posti di accoglienza per i minori non accompagnati richiedenti asilo entro la fine dell’anno ha finora portato alla creazione di appena 100 posti, ha detto l’Agenzia centrale per l’accoglienza dei richiedenti asilo (COA) a NU.nl.

Il COA si aspetta altri 200 circa posti per questi ragazzi nelle prossime settimane ma i comuni sembrano reticenti a voler collaborare, anche in presenza di minori.

Van der Burg aveva chiesto il 6 Ottobre ai comuni di organizzare un rifugio per questi bambini, che si trovano nei Paesi Bassi senza genitori o tutori, dopo che il tribunale aveva stabilito che i centri di accoglienza  sono ben al di sotto degli standard europei e che i gruppi vulnerabili come i bambini non possono rimanere nei centri di accoglienza di emergenza.

Se i comuni non riescono a organizzare 1.700 posti per i minori non accompagnati, c’è il “rischio reale” che finiscano a dormire fuori, al freddo o a vagare per i comuni, ha affermato il sottosegretario.

Il centro di accoglienza per minori non accompagnati presso il centro di registrazione asilo di Ter Apel può ospitare 55 minori. Secondo il COA, mercoledì erano 250.

Lo Stato ha impugnato la sentenza della Corte che impone all’Olanda di migliorare l’accoglienza dei richiedenti asilo nei Paesi Bassi. Il ricorso verrà discusso il 10 novembre.