Anche l’industria dei solarium fa causa al governo per forzare la riapertura, dice NOS. I centri abbronzature sono ormai chiusi da 2,5 mesi e ritengono ingiustificato l’essere stati esclusi dalle riaperture di questa settimana.

Per il governo, i solarium sono “luoghi pubblici”, proprio come le piscine e i musei, anch’essi chiusi. L’associazione di categoria SVZ ritiene che ciò sia ingiustificato e vuole essere trattato allo stesso modo, ad esempio, dei saloni di massaggi e dei saloni di parrucchiere, che saranno di nuovo aperti da mercoledì, scrive NOS.

Secondo SVZ, il ministero della Salute non ha risposto alle richieste di chiarimenti. “Ora che il ministro si rifiuta di dare risposte, non abbiamo altra scelta che rivolgerci al giudice”, ha detto un portavoce. Non è ancora chiaro quando il caso verrà notificato.

Diversi altri settori hanno annunciato in precedenza di voler forzare la riapertura in tribunale.