The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

I bambini non sanno più leggere, parte una campagna delle biblioteche

Sempre meno bambini sanno leggere, parte una campagna educativa. Secondo un gruppo di biblioteche e organizzazioni per l’infanzia, sempre meno bambini sono abituati a leggere o sanno farlo.  Il gruppo parla di scarsa alfabetizzazione e lancia  “un’offensiva letteraria”.

Una ricerca internazionale ha dimostrato che le abilità di lettura dei bambini olandesi si stanno deteriorando. Le organizzazioni hanno incitato i ministri dell’Istruzione  Ingrid van Engelshoven e Arie Slob a prendere provvedimenti. Ad esempio, aumentando il numero e la scelta di libri nelle biblioteche scolastiche.

In tutto il manifesto è la scuola il nodo centrale. I promotori della campagna suggeriscono di  includere nella formazione degli insegnanti metodi per insegnare a leggere ai bambini . “Quando i bambini finiscono la scuola primaria sanno leggere abbastanza bene, ma appena entrano nella secondaria smettono di farlo e perdono l’abilità”. La presidente dell’organizzazione promotrice Leescoalitie, Gerlien van Dalen, ha argomentanto in questo modo al giornale AD.

Secondo un insegnante, Didy Pijper, anche i bambini che amano leggere a un certo punto smettono. “Per colpa del cellulare”.

L'”offensiva” – così è chiamata la campagna –  mette insieme una serie di progetti degli ultimi anni. “Abbiamo coinvolto in passato genitori, insegnanti, educatori e consulenti letterari. Non ha funzionato perchè la questione non appare urgente. C’è bisogno che tutti sentano la necessità di questa battaglia“.