Nelle prossime tre settimane la scritta della discordia “I Amsterdam”, sparirà da Museumplein e il comune ha già organizzato la presenza di personale che spiegherà ai turisti il perchè della prematura dipartita. E soprattutto dove i visitatori potranno scattare la loro foto con la famosa scritta.

Per il momento, sono diversi i luoghi dove è disposto il serpentone. Uno di questi, scrive il Telegraaf, è Schiphol.

Le lettere di Museumplein saranno conservate, in attesa di decidere il loro destino, e verranno rimosse su richiesta del più grande partito in consiglio comunale, il GroenLinks.

La decisione di terminare una delle più note e popolare campagne di marketing cittadino al mondo è stata presa dalla coalizione rosso-verde che guida la città, nel tentativo di bloccare la “turistizzazione” che sta stritolanfo la capitale.