L’Olanda deve assumere la guida nello sviluppo del sistema hyperloop assicurandosi di entrare nel primo round di test dei treni super-veloci. A scriverlo è una cordata di aziende olandesi in una lettera inviata al Ministero delle Infrastrutture, dice Nu.nl

La lettera è stata firmata, tra l’altro, da BAM, Fokker, Movares, VDL, NS, ProRail e dal porto di Rotterdam. L’hyperloop è un mezzo di trasporto super-veloce costituito da un treno che viaggia su un “cuscinetto” ad  areia compressa all’interno di un cilindro. La tecnologia è ancora in fase sperimentale ma lo stato di avanzamento del progetto farebbe ben  sperare.

Le aziende richiedono una pista per i test della lunghezza di 3-5 chilometri vicino a Lelystad. Costruire una pista di questo tipo costerà circa 120 milioni di euro, e le aziende sono disposte a contribuire. Quale percentuale di tale importo coprirà il loro contributo, non è stato dichiarato.

L’ex ministro dell’infrastruttura Melanie Schultz van Haegen, aveva mostrato interesse per l’hyperloop, ma ha preferito lasciare nelle mani del successore qualunque decisione. Ha anche considerato una località vicino a Lelystad opzione ideale per una pista di prova hyperloop.

TU Delft ha già una pista di prova di 30 metri e negli Stati Uniti ne esiste una di poche centinaia di metri.