In Belgio, è previsto l’inserimento della patente di guida a punti per gli automibilisti. Questo grande cambiamento, è stato annunciato martedì dal ministro della Giustizia, Vincent Van Quickenborne, alla Camera, riporta La Libre.

La decisione è inclusa nel policy brief che il Ministro ha illustrato in dettaglio al Comitato di Giustizia. “Garantiremo un’applicazione più rigorosa delle regole, aumentando la probabilità di poter punire i trasgressori e implementando nuove tecnologie“, ha assicurato il ministro. “Siamo intenzionati a lavorare su una strategia di approccio più strutturale nei confronti di chi non rispetta le leggi della guida. E questo vale anche per i reati minori che di solito sono affrontati con misure più immediate”.

“La base per questa nuova tecnica, qui in Belgio, è proprio l’introduzione della patente a punti”, ha annunciato. Per il ministro, Vincent Van Quickenborne, non si tratta più di punire severamente i piccoli reati, ma di occuparsi dei veri trasgressori delle regole della strada. Essere al volante dopo aver bevuto, l’eccesso di velocità e guida inappropriata saranno le tre chiavi principali per noi. Il Ministro della Mobilità, Georges Gilkinet, presenterà la sua nota il 24 novembre.