The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Hilversum, proprietaria di gelateria vittima di aggressioni razziste chiude. “Le autorità non mi prendono seriamente. Vado via”



Gilly Emanuels, proprietaria di un ristorante/gelateria surinamese ad Hilversum, il Perronnetje, ha deciso di chiudere la sua attività dopo essere stata oggetto di aggressioni di stampo razzista, racconta il Telegraaf. Tutto è iniziato la scorsa estate quando una gang di adolescenti nota nella zona per atti di vandalismo ha preso di mira il suo locale.

Un sasso contro la vetrina, poi della frutta lanciata contro la donna, infine la bandiera del Suriname appesa fuori dal locale, trovata imbrattata di escrementi. E infine uno scontro con il gruppo di vandali, filmato dagli stessi e postato su FB. Nelle immagini, si sente in sottofondo uno dei giovani criminali che apostrofa la donna con “neger” e “app” (negra e scimmia) mentre lei cerca di allontanarli.

 

Dopo un’indagine della polizia di Hilversum e una denuncia, il Pubblico Ministero (OM) ha deciso di non perseguire penalmente i giovani ma ha chiesto alle parti di mediare. I tre hanno sporto denuncia per aggressione contro la donna che a sua volta aveva sporto denuncia per razzismo ed aggressione.

Secondo il pubblico ministero è concorso di colpa, non si può identificare con chiarezza “chi ha cominciato” quindi o mediazione o niente.

Una decisione sorprendente: le altre intimidazioni, infatti, sono riconducibili alla gang ma non esistono prove certe pertanto, agli atti, c’è solo il video. E nel video, ritiene il pubblico ministero, si vedono due parti colpevoli in egual misura.

Gilly, a gennaio dopo la decisione del pubblico ministero, è rimasta di sasso: non mi prendono seriamente. E se al posto mio fosse stata una donna bianca importunata da un gruppo di giovani neri o musulmani? Il pubblico ministero avrebbe detto la colpa è ripartita in egual misura?

Dopo due mesi di esitazione, la donna ha deciso di mollare: giovedi ha annunciato sulla pagina FB che il suo locale è “chiuso per razzismo”.

 






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!