CoverPic | Author: Microtoerisme | Source: Wikimedia | License: CC 3.0

Circa 12.000 persone lavorano regolarmente presso l’High Tech Campus (HTC). A causa della pandemia globale in corso, le cose stanno diversamente, solo 1.500 persone lavorano sul posto. Le start-up e il centro conferenze in loco hanno tuttavia riaperto lentamente a partire da questo mese.

Con oltre 200 aziende, l’HTC è una solida area tecnologica nota come una delle più prestigiose in Europa. La persistente crisi del coronavirus ha lasciato il campus per lo più vuoto. “Solo il dieci percento delle persone è fisicamente presente nell’area” afferma Hilde de Vocht, direttore marketing e comunicazione di HTC.

La maggior parte delle persone lavora ancora da casa. Il personale di aziende innovative è generalmente ben attrezzato per continuare a lavorare da remoto. Devono solo essere qui per processi aziendali critici.”

Il personale ritornerà gradualmente

Le aziende stanno gradualmente riportando le persone al lavoro nell’area. Fino a poco tempo fa, solo il personale considerato ‘essenziale’ era autorizzato a lavorare nel campus (per esempio i ricercatori dei laboratori).

Le aziende più piccole, come le start-up, sono già più attive. “Spesso hanno i loro spazi di sviluppo nel campus. È quindi difficile per i dipendenti lavorare in remoto”, ha osservato De Vocht.

Con solo un ristorante aperto su dieci, la strada dei ristoranti dell’HTC è ancora per lo più tranquilla. Secondo De Vocht, non ci sono ancora segnali che le aziende abbiano avuto problemi a causa della crisi. “Il loro fatturato potrebbe essere inferiore, ed è difficile trovare investitori ora. Ma non si trova ancora in cattive condizioni.”