The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Het Parool: i nuovi senzatetto hanno un lavoro e non sono emarginati. Potresti essere tu o un tuo collega



“Tutti dovrebbero avere diritto a un tetto sopra le loro teste. La realtà è che nei Paesi Bassi un numero crescente di persone dorme per strada o sul divano di amici”, scrivono su Het Parool Harry Doef e Henrike Klok, rispettivamente responsabile dell’associazione umanitaria Leger des Heils e della woning corporatie Rochdale.

CBS, l’agenzia di statistica, ha recentemente pubblicato un dato sul fatto che il numero di senzatetto è più che raddoppiato in 10 anni. Il sottosegretario Blokhuis ha recentemente scritto alla Camera dei deputati che vuole lavorare per ridurre il numero senzatetto tra le persone con esigenze di assistenza.

Anche se questa è una buona cosa, scrivono ancora i due esperti, “la nostra preoccupazione si concentra sul crescente gruppo di senzatetto economici. Cosa si può fare per loro?”. Secondo i responsabili delle due organizzazioni, questo segmento crescente di senzatetto non ha bisogno di sostegno economico: hanno un lavoro o una professione. Il problema, paradossalmente, non sono i senzatetto “tradizionali”, persone con debiti, disoccupati e in una situazione di emarginazione sociale: per questa categoria l’assistenza è di buona qualità. Il problema vero sono i “nuovi poveri”: hanno un lavoro che non basta per pagare un alloggio.

Oppure vicende della vita, divorzi o altre situazioni che hanno messo duramente alla prova la tenuta economica, si sono concluse con la perdita dell’alloggio: il senzatetto di oggi può essere il tuo collega, tuo fratello o te. Può succedere a chiunque.

Questo gruppo è classificato come autosufficienteperché non ha bisogno di assistenza di primo livello. Di conseguenza, non sono coperti dagli schemi esistenti.

Nel frattempo, queste persone dormono per strada o saltano da divani di amici ai materassi degli ospiti, fino a quando la loro rete è così esaurita che non si apriranno più porte per loro. “Non possiamo ignorarlo. Dobbiamo trovare un approccio diverso. I senzatetto economici non sono risultati di un fallimento personale, ma di un fallimento del nostro mercato immobiliare. Ciò richiede un nuovo approccio.”

Tra le proposte, i due professionisti elencano maggiore regolamentazione dal comune per gli affitti, possibilità per i “senzatetto economici” di poter accedere alle strutture comunali e soprattutto più case popolari.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!