pic source: Flicker https://www.flickr.com/photos/133983622@N03

 

L’ISIS avrebbe addestrato tre donne, una olandese e due belghe, per compiere attacchi terroristici in Europa, riferisce il quotidiano belga Het Laatste Nieuws. Il giornale ha avuto accesso esclusivo alle trascrizioni delle risposte che un jihadista belga avrebbe dato a soldati americani in Siria.

L’uomo è stato arrestato dai curdo-siriani ad agosto e consegnato alle truppe USA. Secondo il giornale, l’uomo originario di Anversa, avrebbe accettato solo ad ottobre di parlare.

“L’ISIS ha addestrato le donne a diventare terroriste”, ha detto. “Hanno imparato come trattare gli esplosivi, dopo di che erano pronte a viaggiare verso l’Europa attraverso la Turchia“. L’uomo ha fatto i nomi di una donna olandese e di due belghe.

Secondo i jihadisti belgi, una delle concittadine era ben nota nel califfato: girava armata e in molti aveva suscitato risentimento per l’utilizzo dell’arsenale, secondo alcuni, era appannaggio solo degli uomini.

 

Dove siano e soprattutto dove siano state addestrate non è chiaro.

Si stima che 280 olandesi si siano recati in Siria o in Iraq per unirsi a un’organizzazione terroristica nella guerra civile siriana dal 2012. Esattamente quante siano le donne, non è noto.

Xaviera S., una donna di 24 anni di Apeldoorn, è tra le 14 persone arrestate in Turchia martedì per sospetta appartenenza all’ISIS.

I Paesi Bassi hanno chiesto la sua estradizione. La scorsa settimana un’altra donna è stata arrestata a Schiphol al suo ritorno dalla Siria.