Un maglione da uomo con simboli nazisti poteva essere acquistato sugli scaffali del reparto abbigliamento da uomo fino a mercoledì, racconta Het Parool. Poi qualcuno si è accorto che i disegni sul maglione erano tutto tranne segni geometrici ma rune.

Questa simbologia, che non è stata introdotta ma assorbita dalla simbologia nazista, risale alla mitologia celtica ed è ben più antica dell’ideologia totalitaria più tristemente famosa del ‘900. Dalla fine della seconda guerra mondiale, alcuni di questi personaggi delle rune sono ancora usati dai neonazisti e da altri gruppi di estrema destra, inclusi i gruppi neonazisti italiani.

In una risposta, Frederike van Urk, capo del dipartimento di comunicazione di Hema, ha affermato a Parool che il gruppo aveva diversi acquirenti specializzati in uno specifico gruppo di prodotti: “Si applicano diversi criteri di acquisto, di cui qualità, design, sostenibilità e prezzo sono i più importanti. Naturalmente non è mai stata nostra intenzione vere prodotti offensivi sugli scaffali “.

Hema ha provveduto a ritirare immediatamente il prodotto e bloccarne l’acquisto online, dice il dipartimento comunicazione.