Smiley.toerist, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il comune di Harlingen vuole discutere rapidamente di sicurezza con gli skipper e gli operatori di velieri storici. Ieri una ragazza di 13 anni è morta su una di queste navi. E quello non è stato il primo incidente mortale, dice NOS.

“Non possiamo più dire che si sia trattato di un incidente”, afferma il sindaco Ina Sjerps van Harlingen a Omrop Fryslân. “Amiamo la nostra flotta, ma deve essere sicura”.

L’incidente di ieri sulla nave charter Risk è il terzo consecutivo. Nel 2016 tre persone sono morte in seguito ad uno scontro sullo storico veliero Amicitia ad Harlingen. Tre mesi fa, un uomo è deceduto in un incidente sulla nave charter Wilhelmina, che ha anche Harlingen come porto di partenza.

“Sono belle navi, molto importanti e definiscono la nostra immagine”, ha detto il sindaco. “Ma dobbiamo parlare con il consiglio dell’organizzazione della flotta”.

La causa dell’incidente di ieri non è ancora chiara. All’Amicitia un albero è caduto a causa del legno marcito, dice NOS. Lo skipper è stato perseguito per omicidio colposo, ma assolto perché secondo il tribunale non si poteva provare che l’incidente fosse stato colpa sua.

La ragazza di 13 anni deceduta in seguito alla disgrazia, apparteneva a un gruppo di studenti del Dalton College, una scuola secondaria dell’Aia. “È iniziata come una bella settimana lavorativa in una giornata di sole, si conclude nel peggiore dei modi immaginabili”, afferma il sindaco dell’Aia Jan van Zanen a Omroep West.