Il premier Rutte annuncerà molto probabilmente una chiusura generalizzata dei negozi, con eccezione di farmacie e supermercati, dice Xander van der Wulp, analista politico di NOS Journaal. Anche parrucchieri e saloni di massaggi dovranno chiudere battenti. Da lockdown intelligente e parziale, si passa ora ad un “hard lockdown”, dice NOS.

La chiusura delle scuole è un altro tema caldo: studenti delle scuole primarie e secondarie dobvranno rimanere a casa fino al 19 gennaio. Stando all’analista politico, i presidenti dei gruppu parlamentari sono ora a colloquio con il premier per essere informati delle decisioni e ottenere sostegno dal parlamento.

Proprio come in primavera, Rutte annuncerà le misure in un discorso televisivo: stando a Van der Wulp, la decisione del messaggio alla nazione sarà per far comprendere a tutti l’urgenza delle misure adottate.