Uno dei principali sospetti del pestaggio mortale di Carlo Heuvelman, il giovane olandese in vacanza a Maiorca deve tornare in carcere. La corte lo ha deciso all’inizio del processo perchè in base alle regole non avrebbe potuto fumare cannabis mentre è risultato positivo al test tossicologico.

Inoltre, il 19enne è andato in vacanza con gli amici l’estate scorsa, violando il regime di libertà vigilata, dice NOS. Mees T. afferma di soffrire di grande stress e di aver fumato la canna “per rilassarsi ,”Ho fatto  l’errore due volte e non avrei dovuto farlo. È stato molto stupido.

La Procura ritiene i tre responsabili della morte del 27enne Carlo Heuvelman, avvenuta nel luglio dello scorso anno. Sono sospettati di omicidio colposo o aggressione aggravat. Uno di loro è Sanil B, 20 anni. Sulla sua scarpa è stata trovata una traccia di DNA di Heuvelman.

In totale sono nove i sospetti nel procedimento relativo a più incidenti violenti avvenuti la stessa sera di luglio a Maiorca: il pubblico ministero sospetta sei uomini di tentato omicidio e tra loro ci sono i tre principali sospettati nel caso Heuvelman.

Il verdetto è atteso per il 18 novembre.