Stretta sulla guida in stato di ebbrezza: quando il pacchetto presentato dal governo dovesse diventare legge, sarebbe più dura la vita per chi alza il gomito e si mette al volante: gli automobilisti sorpresi alla guida sotto l’effetto dell’alcool avranno maggiori probabilità di perdere la patente e di affrontare periodi più lunghi in caso di recidiva.

Martedì il senato ha approvato i piani per aumentare la pena massima per gravi infrazioni stradali, compreso un aumento della pena detentiva da ubriaco da tre mesi a un anno. Il ministro della giustizia Ferd Grapperhaus vuole anche rimuovere il diritto delle persone condannate per reati commessi alla guida di poter
continuare a guidare in attesa dell’appello.

E spera di aumentare il periodo massimo di reclusione a cinque anni se le persone a cui è stato vietato di guidare dovessero essere sorprese di nuovo al volante. Nonostante gli sforzi per combattere la guida in stato di ebbrezza, il numero di condanne è in aumento e la scorsa settimana è emerso che le persone morte a causa in incidenti in cui l’uso di alcol o stupefacenti era coinvolto, è più che raddopiato in due anni.

L’anno scorso, 3.799 persone sono state sorprese mentre guidavano sotto l’effetto di droghe o alcol, ma solo a settembre di quest’anno, il totale era di 5.229, hanno mostrato dati della polizia.