I Paesi Bassi intensificano gli attacchi nei confronti del cosiddetto Stato Islamico: gli F-16 olandesi, che dallo scorso ottobre bombardano le postazioni del Califfato in Iraq, hanno aumentato significativamente le azioni di guerra.

A confermarlo i dati ufficiali del Ministero della Difesa, ripresi da RTL, che parlano chiaro: a fronte dei 350 missili lanciati tra ottobre e aprile, negli ultimi quattro mesi gli ordigni sganciati dai caccia sarebbero già 450. E solamente nelle ultime cinque settimane, i militari avrebbero utilizzato circa 200 bombe.

Intervistata da RTL Nieuws, la ministra Jeanine Hennis ha però chiarito che “i numeri non dicono tutto”, data la specificità di ogni singola operazione militare, e ribadito che “in verità lo Stato Islamico è un nemico ostinato”.