Il Sottosegretario per la salute Paul Blokhuis sta promuovendo un piano per obbligare la vendita di sigarette in confezioni standard. Le avvertenze sanitarie partiranno dal prossimo gennaio. L’obiettivo è quello di scoraggiare i giovani dall’iniziare a fumare.

Sulla questione il Sottosegretario si è confrontato con il settore industriale e le organizzazioni sociali durante lo scorso anno. Ora è il momento della discussione via internet.

I pacchetti di sigarette dovranno avere tutti la stessa forma e colore. Riporteranno solo il nome del produttore insieme a avvertenze e fotografie. Lo stesso vale per il tabacco sfuso e le sigarette elettroniche. Anche questi potrebbero seguire l’esempio nel 2022.

Blokhuis vorrebbe estendere il divieto fino a luglio 2020, includendo anche le sigarette elettroniche. In questo modo, il loro uso sarà vietato anche nel settore alberghiero e a lavoro, ha riportato un emittente di Nos.

Sembra che il governo voglia aumentare di un euro il prezzo di un pacchetto entro l’anno prossimo. Entro il 2023 il prezzo potrebbe aumentare fino a dieci euro.

Secondo gli ultimi dati il 22% della popolazione adulta olandese fuma regolarmente. Il numero di giovani fumatori è diminuito. Tuttavia, ancora il 18% dei ragazzi tra i 16 e i 18 anni fuma ogni giorno.