NL

NL

“Guerra” agli studenti internazionali? Le università olandesi li attirano ancora attivamente

Le università olandesi e le università di scienze applicate stanno ancora reclutando attivamente studenti internazionali, nonostante il dibattito in corso per limitarne la presenza negli atenei olandesi, dice De Telegraaf.

Secondo il giornale, le università descrivono i Paesi Bassi come un “paese felice” con “tasse universitarie vantaggiose” sulla descrizione delle borse di studio offerte in vari paesi, dall’Indonesia al Vietnam.

La prossima settimana, sei istituti di istruzione superiore olandesi parteciperanno a una fiera dell’istruzione ad Ankara, in Turchia. E diverse istituzioni olandesi si sono iscritte per partecipare alle giornate informative baltiche a Riga, Vilnius e Tallinn a febbraio, ha scritto il giornale.

Gli stessi atenei hanno lanciato l’allarme per “l’invasione di studenti internazionali” e chiesto al governo di intervenire, perlomeno con gli studenti extra UE: il Parlamento ha recentemente votato diverse mozioni per limitare il numero di studenti internazionali che arrivano nei Paesi Bassi, compreso un divieto per le università di reclutare attivamente studenti dall’estero, partecipando a fiere o promuovendo l’offerta formativa.

I parlamentari sono preoccupati per le aule affollate e per la carenza di alloggi: durante l’estate, diverse università olandesi, comprese quelle di Amsterdam e Utrecht, hanno dovuto lanciare un appello agli studenti già iscritti, intimandoli di cambiare i loro piani se non riuscivano a trovare un posto dove stare.

Nell’a.a. 2022-23, nei Paesi Bassi sono iscritti 85.500 studenti internazionali, con una crescita del 7,2% rispetto allo scorso anno.

SHARE

Altri articoli