NL

NL

Groningen, sindaco preoccupato per la capienza del centro per rifugiati di Ter Apel

Il sindaco di Groningen Koen Schuiling è preoccupato per il centro per richiedenti asilo di Ter Apel. “Non abbiamo ancora costruito più luoghi di accoglienza e centri di registrazione”, dice al programma programma radiofonico Dit is de Dag, dice NOS.

Al momento, presso il centro di Ter Apel, che cade nella provincia di Groningen, è tranquillo ma in estate centinaia di richiedenti asilo hanno dormito all’aperto per mancanza di posti. “Non sono affatto rassicurato sul fatto che non avremo più una situazione del genere nel 2023”, afferma Schuiling al programma.

La legge sulla distribuzione obbligatoria, che dovrebbe costringere i comuni ad accogliere i richiedenti asilo deve garantire che le amministrazioni possano essere obbligate ad accogliere rifugiati. Il Sottosegretario Van der Burg vuole che la legge, che è stata più volte rinviata, entri in vigore il 1° gennaio.
,
Schuiling ha paragonato la situazione a Ter Apel nell’aprile di quest’anno a quella di Lampedusa: l’Agenzia centrale per l’accoglienza dei richiedenti asilo (COA) ha già criticato l’efficacia della legge distributiva per i problemi nell’accoglienza. Secondo il COA, le conseguenze della legge sulla distribuzione non saranno evidenti fino al 2024.

SHARE

Altri articoli