La compagnia di estrazione del gas NAM, una compartecipazione tra Shell e ExxonMobil, presenterà ricorso presso il Raad van State,  il maggiore tribunale amministrativo d’Olanda, contro la decisione del governo di limitare l’estrazione di gas naturale prodotto a Groningen.

Il ministro dell’econnomia Henk Kamp pianifica di ridurre il volume del gas estratto dal sottosuolo olandese del 10% entro ottobre per prevenire potenziali terremoti. Lo scorso Aprile, Kamp ha inoltre affermato che avrebbe ulteriormente ridotto la quantità di gas prodotta nell’area di Groningen in linea con le raccomandazioni mosse dal supervisore delle estrazioni SodM.

NAM afferma che la decisione del primo ministro ha insinuato dubbi sulla sicurezza delle operazioni della compagnia in Groningen e sembra non rispettare gli standard concordati nel 2016, affermando inoltre che la società considera inaccettabile continuare la produzione in questo modo e non ci sarebbe altra via di stabilire se questa sia in accordo con gli standard di sicurezza.”Per questo ha chiesto al consiglio di stato di pronunciarsi in merito.”

Un portavoce di un gruppo che rappresenta gli abitanti che hanno subito danni dai terremoti ha raccontato al broadcaster locale RTV Noord “Tutti problemi sono stati causati dalla produzione di gas, ne eravamo già a conoscenza e ora abbiamo la conferma. Meno gas estraiamo e più sicura l’area sarà per tutti.”

All’incirca 75000 proteste sono state mosse per i danni causati dai terremoti. I risarcimenti, invece, sono stati calcolati in un milione di euro.