Un esperimento che coinvolge l’uso di test rapidi per il Coronavirus è iniziato ieri a Groningen:  gli studenti vengono testati in massa prima di un esame, nel caso di un risultato negativo,  sono poi, eventualmente, autorizzati a svolgere l’esame direttamente in aula. Se gli studenti dovessero risultare positivi al test rapido svolgeranno l’esame online.

Le università che fin’ora hanno aderito a questo esperimento, organizzato dal centro medico dell’ateneo di Groningen, sono le università di Groningen e di Hanze. Amsterdam e Delft stanno preparando esperimenti simili.

Il sindacato nazionale degli studenti LSVb si è dichiarato fiducioso del possibile ritorno alle lezioni in aula. Il rappresentate di LSVb Lyle Muns afferma: “Se l’esperimento avrà successo, faremo richiesta per distribuire i tamponi in tutto il paese e consentire lo svolgimento delle lezioni in classe e in sicurezza.”

Secondo Muns l’utilizzo della didattica a distanza ha portato molti studenti a perdere motivazione.