Il proprietario di una scuola di danza a Groningen è stato arrestato con l’accusa di abusi sessuali su minori. Domenica il Pubblico Ministero della città  ha confermato quanto riportato dai media regionali. Il sospettato era già in custodia cautelare dall’8 settembre. Giovedì scorso, la sua detenzione è stata prorogata di 90 giorni.

Secondo il Dagblad van het Noorden, si tratta del regista 37enne fondatore del Groningen Dance Center, la scuola di danza che insegna hip-hop, street dance, danza moderna e break dance, fondata nel 2004. L’uomo è stato accusato di abusi sessuali dopo che le 11 presunte vittime hanno sporto denuncia contro di lui. Il Pubblico Ministero (OM)  però non ha specificato la natura delle accuse.

“Tutti i dichiaranti tranne uno sono minorenni”, ha detto a Dagblad van het Noorden un portavoce dell’OM. L’indagine è ancora in corso.

Gli insegnanti affermano che il sospettato potrebbe aver fatto più vittime di quelle dichiarate. Il giornale cita una lettera della scuola ai membri e ai loro genitori, in cui si chiede a tutti i testimoni di fare rapporto alla polizia.

L’istruttore di danza Eurnalis Sambo ha affermato che la notizia è stata davvero difficile da digerire dopo gli sforzi fatti in questi ultimi sedici anni per rendere grande la reputazione del Groningen Dance Center. “Lo standard delle lezioni è sempre state buono e la scuola ha raggiunto ottimi risultati a livello locale, nazionale e internazionale”, ha detto nella lettera inviata dal consiglio scolastico.

“Le prove e i seminari ci hanno reso una famiglia unita”. Ha Continuato l’insegnante. Ora gli istruttori e il consiglio scolastico vogliono assumere il controllo e mantenere l’organizzazione in funzione.

“Chiediamo fiducia e  sostegno per affrontare un nuovo futuro in un ambiente più sicuro”, ha detto Sambo.