NL

NL

GroenLinks e Pvda: la “base” sostiene l’unità a sinistra?

I membri di GroenLinks e del PvdA stanno discutendo oggi se i loro partiti debbano cooperare di più, dice NOS. In primo luogo per i colloqui di formazione e la partecipazione a un nuovo gabinetto. In secondo luogo, per l’equilibrio interno ai rapporti tra sinistra laburista e rosso-verde.

È particolarmente complesso per i laburisti del PvdA, spaccati su una collaborazione con i Groenlinks. I militanti del Pvda hanno diverse opzioni

I leader del Pvda non hanno mostrato molto entusiasmo per un’eventuale partecipazione ad un governo con il VVD alla vigilia delle loro riunioni di partito: Ploumen, la leader PvdA ha detto ieri sera ad Op1: “Preferirei non governare affatto con Mark Rutte o il VVD, ma va ammesso: hanno vinto le elezioni“. Klaver (GroenLinks): “Non dirò se siederemo in un governo perché non lo so ancora. Non ho neanche paura di dire ‘no'”. Pur con le perplessità, l’orientamento è quello di provarci.D

Di unità a sinistra, in Olanda, si parla da un po’ e nonostante la collaborazione con tutto il fronte di sinistra non sia riuscita, Pvda e GroenLinks discutono di una cooperazione organica da prima del voto di marzo.

I più restii alla cooperazione sono i membri anziani del Pvda che non vogliono intaccare la tradizione socialdemocratica del partito, dice Fresen, commentatore politico di NOS. E l’impressione è che una fusione tra laburisti e verdi sia “imposta” da Rutte che non vuole due partiti di sinistra nella coalizione.

Ma anche lì vive l’immagine che i loro leader di partito stiano ballando sulle note del leader del VVD Rutte. che punterebbe a una fusione per non dover negoziare con due partiti di sinistra. Fresen: “Ploumen e Klaver avranno bisogno di molta persuasione per rimuovere quel sentimento negativo”.

Se GroenLinks dovesse cooperare in un accordo di coalizione, la proposta sarà presentata ai membri per l’approvazione in un congresso speciale.

Il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans sostiene una “unione di forze” a sinistra. In un pezzo d’opinione su NRC, cita come esempio la fusione di tre partiti, che ha portato alla costituzione del PvdA nel 1946, dice NOS. 

Se la base del Pvda voterà contro l’accordo, GroenLinks rimarrà l’unico partito al tavolo di trattativa. Altrimenti, la palla passerà a Rutte e ai cristiano democratici.

Se i membri confermano la linea del partito, la palla sarà con Rutte e Hoekstra dopo oggi. 

 

SHARE

Altri articoli