Anders Hellberg, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La nota attivista svedese per il clima Greta Thunberg ha criticato i piani per un impianto a biomasse a Diemen, alle porte di Amsterdam. Thunberg è preoccupata per l’aumento delle emissioni di CO2 dalla centrale elettrica della società energetica svedese Vattenfall.

Su Twitter, l’attivista cita un articolo del quotidiano svedese Dagens Nyheter sui piani di Vattenfall: “Ogni anno più di 200.000 tonnellate di pallet di legno verranno bruciati nella centrale elettrica di Vattenfall a Diemen, Paesi Bassi. L’investimento fa parte del passaggio ad una società libera dai fossili, ma minaccia di portare invece a un aumento delle emissioni di anidride carbonica “.

Nell’articolo, Dagens Nyheter discute della campagna di sostenibilità di Vattenfall, che ha espresso l’ambizione di essere fossil free entro una generazione. Ma la combustione dei pallet aumenta le emissioni di CO2 anche più del carbone, è la conclusione.

L’impianto a biomasse di Diemen doveva essere il più grande dei Paesi Bassi ma i piani hanno scatenato feroci proteste: sia i politici locali che molti residenti a Diemen, dove è previsto l’impianto, sono contrari al suo arrivo. Vattenfall, per il momento, ha deciso di sospendere i piani per la costruzione dell’impianto anche se il progetto non è accantonato ma solo sospeso.