The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

PANDAM

Green Uni, come UVA e TU si stanno convertendo all’eco sostenibile



di PanDam

 

Già di prima mattina, le strade di Amsterdam pullulano di persone e biciclette. Nonostante la capitale olandese abbia una densità di popolazione elevata, è anche una delle 10 città più ecologiche in Europa. È anche un luogo noto per le sue università: l’University of Amsterdam (Uva) e la Vrije Universiteit Amsterdam (VU) formano un centro studi che pone l’ecologismo una priorità assoluta.

Gli uffici Green dell’UVA e dell’UVU mirano entrambi a rendere le università di Amsterdam più eco-sostenibili. Questo non è di certo un compito facile, in quanto richiede molto lavoro e impegno.

Julia è la direttrice del team di comunicazione presso l’Ufficio Green dell’UVA. Lavora per aumentare la pubblicità dell’ufficio e delle manifestazioni organizzate. Julia inizia come volontaria, spinta da una sensazione di “responsabilità a rendere le persone più consapevoli delle conseguenze che le loro azioni quotidiane hanno sul clima”. Julia spera di incoraggiare le università ad agire di più. “Soprattutto l’Uva, come una grande università con migliaia di studenti, dovrebbe, a mio parere, assumere un ruolo guida in termini di sviluppo sostenibile.”

Ma cosa significherebbe esattamente rendere un’università “più verde”? L’obiettivo è quello di coinvolgere studenti e personale il più possibile in diverse attività ecosostenibili. Un buon esempio sono le Green Guide e Green Talk. La prima “offre una panoramica di attività pubbliche – come caffè, bar e ristoranti – ad Amsterdam e dintorni, che attuano scelte ecologiche. Aiuta così gli studenti a fare scelte più ambientaliste mentre esplorano la città alla ricerca dei loro nuovi posti preferiti”. Per gli studenti sarebbe così più facile trasformare il loro stile di vita ad Amsterdam, rendendolo più sostenibile. Invece la serie Green Talk collega gli studenti con “operatori che lavorano nel campo della sostenibilità. Anche se molti studenti sono motivati a fare qualcosa per migliorare il loro futuro, in pratica non hanno una chiara idea delle possibilità che esistono là fuori.”

Oltre ai progetti e alle manifestazioni, l’ufficio all’UVA propone anche misure volte a modificare l’università stessa. L’istituzione di stazioni per il riciclaggio di penne, e l’introduzione di sconti per gli studenti che acquistano caffè con le proprie tazze, sono solo due esempi. Anche se grazie a queste politiche si è riscontrato un immediato cambiamento, Julia sogna “la creazione di un dipartimento di sostenibilità presso l’università, con personale a tempo pieno”. Perché è “cruciale che l’Uva dedichi più risorse e forza lavoro possibili a questo problema. Semplicemente sostenere un’organizzazione gestita da studenti con l’obiettivo di migliorare la sostenibilità non è sufficiente”. L’università è a favore di aiutare gli studenti a fare un cambiamento. Ma è un processo lento, soprattutto se si tiene conto che l’università comprende varie sedi sparse per la capitale.

Passando all’ufficio Green della VU, il manager Rodrigo afferma: “Il nostro obiettivo principale è quello di essere una guida per l’intera università in termini di eco-sostenibilità.” Quando il Parlamento europeo ha riconosciuto l’emergenza climatica nel 2019, Rodrigo ha realizzato l’urgenza della faccenda. Da allora incoraggia l’ufficio a promuovere il riciclaggio, il risparmio energetico, e a ridurre l’inquinamento  dovuto alla plastica. Rodrigo ha già visto grandi cambiamenti, rispetto a quando ha iniziato a lavorare. “La VU è più consapevole, e lavora più duramente verso la sostenibilità”.

Il fulcro di questa iniziativa, diretta dagli studenti, è la sensibilizzazione sulla sostenibilità, la creazione e la promozione di progetti sostenibili, e il potenziamento della ricerca. L’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite presso l’università, e il sostegno al piano energetico volto a un consumo energetico sostenibile al 100% entro il 2050, sono solo alcune delle iniziativa a cui la VU partecipa.

Questa iniziativa studentesca promuove anche “la creazione di corsi di laurea basati sulla sostenibilità”. Il VU Food Box incoraggia inoltre gli studenti a consumare prodotti alimentari stagionali e locali. Questi possono essere poi ritirati in ufficio.

Gli Uffici Green dell’University of Amsterdam e della Vrije Universiteit Amsterdam sono due ottimi esempi che mostrano quanto possano essere efficaci le iniziative dirette agli studenti. Entrambi condividono la visione di rendere le loro università più sostenibili.

Le collaborazioni e le partnership che entrambi gli uffici hanno con vari istituti di ricerca ed iniziative di Amsterdam eco-sostenibili, sono molto preziosi. “Senza queste iniziative, che hanno già trovato il loro posto ad Amsterdam, il nostro lavoro sarebbe molto più difficile e molto meno divertente”






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!