Turchia, Ucraina e Macedonia del Nord riconoscono il certificato del coronavirus digitale dei 27 paesi dell’UE, ha annunciato la Commissione europea. Ciò significa che da venerdì, i cittadini olandesi e di altri paesi dell’UE in possesso del certificato possono viaggiare in questi tre paesi al di fuori dell’Unione europea senza preoccupazioni. Allo stesso modo, l’UE riconosce il certificato Covid-19 che Turchia, Ucraina e Macedonia del Nord stanno emettendo per i loro cittadini.

Con i certificati, digitali o cartacei, i viaggiatori possono dimostrare tramite un codice QR che sono stati completamente vaccinati contro il Covid-19, recentemente risultati negativi o che sono guariti dall’infezione. Già in precedenza la Svizzera e i mini-Stati Città del Vaticano e San Marino riconoscevano i certificati UE e viceversa.

Il comitato sta lavorando per estendere il sistema di certificati in vigore dal 1 luglio ad altri paesi non UE. I vari sistemi, in cui sono archiviati i dati, come ad esempio la vaccinazione completa, sono collegati tra loro in modo da poter verificare l’autenticità e la validità di un certificato.