“Stop It Now”, una linea di assistenza anonima che mira a impedire che i bambini diventino vittime di abusi sessuali, ha visto aumentare del 65% il numero di chiamate ricevute lo scorso anno, scrive VRT. Nel 2020, sarebbero state 1.500 le chiamate e Stop It Now afferma che la causa dell’aumento è certamente da ritrovare nei lockdown.

Minne De Boeck, una criminologa e responsabile del progetto Stop It  Now, ha detto a VRT News che “questa crisi ha dimostrato ancora una come la prevenzione degli abusi sessuali sui minori sia assolutamente necessaria. Le cifre sulla violenza sessuale all’interno delle famiglie sono aumentate in tempi di corona, ma anche gli abusi sessuali sui bambini online hanno assunto proporzioni enormi ”, dice al canale fiammingo.

Buona parte delle persone che hanno contattato Stop It Now lo ha fatto per denunciare una situazione che non li riguardava direttamente.