Martedì la polizia ha arrestato altri due sospetti perché sospettati di coinvolgimento in discariche di rifiuti sulla A7. Si tratta di un ventenne di Gorredijk in Friesland e di un diciannovenne residente a Opende a Groningen.

Pallet, rifiuti, amianto e legna sono stati scaricati e dati alle fiamme in varie località il 28 luglio e il 1 agosto. Un veicolo si è scontrato con i rifiuti scaricati vicino a Frieschepalen ed è stato gravemente danneggiato, dice NU.

Secondo la polizia, l’amianto era così dannoso che “Rijkswaterstaat ha dovuto chiamare una squadra speciale per ripulire i rifiuti”. In precedenza, un uomo di 32 anni del comune di Groningen di Westerkwartier è stato arrestato e rimarrà in carcere per altre due settimane.

Per la polizia, gli uomini di Gorredijk e Opende sono sospettati, come il residente di Westerkwartier, di blocco dell’autostrada, incendio doloso e violazione della legge sulla gestione ambientale. La polizia ha indagato esattamente in quale azione sono coinvolti i sospetti arrestati. Saranno interrogati questo martedì.

Finora, almeno sei persone sono state arrestate per aver scaricato rifiuti sulla strada nell’ambito delle campagne degli agricoltori. Non sono da escludere ulteriori arresti. La ricerca è resa più difficile perché il Pubblico Ministero è stato in grado di visualizzare le immagini di Rijkswaterstaat solo dal 4 agosto. Ecco perché la polizia sta ancora cercando testimoni e filmati delle telecamere di sorveglianza.