Governo, piano da €17 miliardi per ridurre le emissioni di azoto

Il governo ha proposto un piano per ridurre le emissioni di azoto in agricoltura. I ministeri della Finanza e dell’Agricoltura hanno sviluppato alcuni progetti d’acquisto per i diritti di produzione degli agricoltori e per l’acquisto terreni coltivabili. Per quanto riguarda quest’ultima opzione, il governo prende anche in considerazione l’ipotesi di espropriare i terreni, come confirmato da fonti vicine all’esecutivo.

L’agenzia olandese per la Valutazione Ambientale (PBL) prevede diversi scenari per il governo. Il progetto di comprare i diritti di produzione degli agricoltori costerebbe circa 9 miliardi di euro. I costi aumenterebbero fino a raggiungere i 17 miliardi se il governo decidesse anche di comprare la terra. L’espropriazione dei terreni, tuttavia, non può essere presa in considerazione per diminuire le emissioni di azoto nell’ultimo scenario, dichiara la PBL.

Un’importante legge sull’emissione dell’ azoto e sull’ambiente è passata in entrambe le camere del Parlamento all’inzio di quest’anno ed è entrata in vigore dal primo luglio. Questa legge specifica numerosi target per ridurre le emissioni di azoto in Olanda in modo da poter raggiungere alti livelli di sostenibilità in futuro.

Questi obiettivi sono fissati per gli anni 2025, 2030 e 2035.

Una decisione finale sul futuro dei prossimi 15 anni dell’agricoltura olandese giace nelle mani del nuovo governo.

SHARE

Altri articoli