Google bannerà il personaggio in blackface Pietro il moro, conosciuto nei Paesi Bassi come Zwarte Piet. Verranno vietate anche tutte le versioni alternative del personaggio di San Nicola, in quanto ancora basate su “stereotipi razzisti“, ha dichiarato un portavoce di Google a NU.nl.

Google afferma di essere per “l’uguaglianza e il pluralismo“. La società ha preso in considerazione il contesto folkloristico e storico che ha prodotto il personaggio di Zwarte Piet e figure a lui analoghe. Tuttavia, ha deciso di bandire queste rappresentazioni per “mantenersi coerenti con le proprie politiche”, ha dichiarato il portavoce.

La decisione diventerà effettiva “nelle prossime settimane”. Ciò significa che il motore di ricerca impedirà di monetizzare su video di youtube in cui appare Zwarte Piet, Chimney Piet o Piet. Youtube è consociato a Google. I video in sé non verranno rimossi, per non “appiattire il dibattito pubblico”, ma sarà semplicemente vietato guadagnare tramite essi.

Anche i siti web in cui appare il personaggio moresco non potranno più guadagnare con pubblicità su google. Verrà fatta un’eccezione per i “siti di natura giornalistica o pedagogica”, ha spiegato Google al giornale.

A settembre di quest’anno, anche Facebook aveva rimosso gruppi e pagine a sostegno del personaggio di Blackface Sinterklaas Zwarte Piet. Non erano stati i primi: anche Amazon, Bol.com e Coolblue si erano già espressi in merito.