Un’associazione di medici è preoccupata per il crescente tasso di stress tra gli studenti delle scuole secondarie, a causa del quale i giovani sviluppano sintomi e talvolta si ammalano, dice NOS. Gli psicologi scolastici che hanno parlato con il portale della tv pubblica vedono anche più giovani che si ammalano a causa dello stress a scuola. La psicologa scolastica Gezina Topper dice: “Non riescono a gestire la tensione, la pressione o la pianificazione, spesso in combinazione con altri problemi o preoccupazioni”.

“Lo stress a breve termine ti rende più vigile, hai una maggiore concentrazione e può avere un effetto positivo sul tuo lavoro. Ma se lo stress dura più a lungo, alla fine influisce sulle tue emozioni, sulla tua salute fisica, sul tuo modo di pensare. –Lo stress a lungo termine è dannoso per il tuo sviluppo in diverse aree”, afferma la psicologa scolastica Gezina Topper (NIP), dice NOS. 

NOS Stories ha distribuito un questionario su Instagram, che è stato completato da circa 1200 studenti delle scuole superiori e MBO: questo questionario non è rappresentativo, ma fornisce un quadro del fenomeno dello stress vissuto dai giovani.

La prevenzione e la diagnosi precoce sono importanti, ma a volte si rivelano difficili nella pratica.   Inoltre, l’assistenza di medici giovanili o psicologi scolastici per questi studenti non risulta essere di eguale livello  in tutti i comuni.