Un’indagine commissionata dal governo olandese ha mostrato che, nonostante i recenti incidenti che hanno coinvolto lupi che attaccano animali da allevamento, la maggioranza degli olandesi è felice della loro presenza. Circa il 57% ha dichiarato di ritenere accettabile che i lupi si stabiliscano nei Paesi Bassi, rispetto al 45% del 2012, ha dichiarato la ministra Carola Schouten questa settimana.

Carola Schouten, ministra responsabile per la natura e l’agricoltura, ha detto che il 65% delle persone pensa che i lupi siano essenzialmente innocui. “La maggior parte degli olandesi non eviterà quindi le riserve naturali con i lupi, e l’incontro con un lupo selvatico sarebbe considerato un’esperienza speciale per la maggior parte degli olandesi (77%), e quasi la metà sarebbe felice di incontrare un lupo allo stato brado”.

La ministra ha anche affermato che la maggior parte degli olandesi conosce il comportamento dei lupi, ma desidera saperne di più. Schouten ha aggiunto che sarebbe importante determinare se questo sostegno è inferiore nella provincia del Noord-Brabant a causa della recente scoperta di un lupo che ha aggredito un gregge di pecore.

Chi vede i lupi negativamente, il 18%, sostiene che siano pericolosi, fastidiosi e denunciano la mancanza di spazio. Gli agricoltori hanno detto di voler ricevere una qualche forma di risarcimento, e la Schouten ha sottolineato che il governo è favorevole ad assistere gli agricoltori con misure per sostenere i danni causati dalla presenza di lupi.

Gli animali hanno cominciato a riapparire nei Paesi Bassi cinque anni fa, dopo un’assenza di quasi 150 anni. Oltre al giovane lupo che ha attaccato le pecore nel Noord-Brabant, una coppia di lupi si è stabilita nel Veluwe.